G8, LUG, Politica

classic Classic list List threaded Threaded
16 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

G8, LUG, Politica

Andrea Rizzi
A me sembra che molte persone all'interno del LUG abbiano paura
di far fare al LUG ciò per cui è nato.

Quando ci siamo trovati alle prime riunioni (e anche leggendo le bozze dello
statuto) abbiamo deciso che lo scopo di questa associazione è quello di
promuovere il software libero. E' chiaro che per promuovere il software
libero bisogna "affrontare" chi invece cerca in tutti i modi di ostacolarne
la diffusione (credo che nessuno possa negare che M$ stia cercando con ogni
mezzo di ostacolare il software libero).
E' chiaro che "combattere" la microsoft non esaurisce il nostro compito visto
che serve anche una fase propositiva oltre che una fase critica. In questo
ambito rientrano le iniziative sulla scuola o le conferenze.
Questo però non toglie che è una legge come quella uscita qche mese fa
sull'editoria o come quella che Bill auspica per il suo paese (Vietare la GPL
ai programmi sviluppati con soldi federali) sono i maggiori ostacoli che ci
si presentano davanti e sono delle realtà con cui è necessario che ci
misuriamo.

Se adesso invece di spaventarsi davanti alle immagini dei telegiornali
cercassimo di capire i *contenuti* della protesta anti-G8 capiremmo che
questi sono più vicini al GULP di quanto molti di noi credano.

Noi del GULP ci misuriamo con la nostra piccola (si fa per dire) realtà
ovvero quella a noi tutti ben nota di un colosso (Micro$oft) che essendosi
ormai imposto sul "mercato" può vendere immondizia a prezzi esorbitanti in
modo totalmente incontrollato ed è dalle leggi sul copyright e sulla
proprietà intellettuale di quegli stessi stati in cui vivono i cittadini che
dalla "politica" di microsoft vengono massimamente danneggiati (questa frase
suona anche meglio se si tenesse presente l'identita' stato=cittadini dello
stato).

I "movimenti" anti-G8 riuniscono vari gruppi,associazioni, partiti politici,
singoli cittadini ecc.. che hanno vissuto un'esperienza, analoga a quella
Pinguino Vs Bill, di sfruttamento, di sopruso o di abuso di potere da parte
di privati che facevano i propri interessi economici nei confronti di
popolazioni intere.
Il movimento anti G8 contesta quindi quel modello che applicato nei vari
settori economici produce ingiustizie, abusi o semplicemente concentrazioni
di potere spropositate che finiscono inevitabilmente per danneggiare le
persone.
Questo modello trova una sua applicazione nello strapotere microsoft e nel
conflitto tra la microsoft e le persone che vogliono promuovere il
freesoftware.
Anzi probabilmente il nostro caso è uno dei più espliciti e chiari, non c'è
da scavare nei registri contabili alla ricerca di traffici d'armi, non c'è da
percorrere indietro la strada di una scarpa nike per giungere allo
sfruttamento minorile.
Nel nostro caso è tutto estremamente chiaro: si vede da un lato il gigante
super protetto dalle leggi e dall'altra le persone che sviluppano e/o
utilizzano il freesoftware, si vede in modo estremamente chiaro come questo
gigante cerchi di schiacciare ogni possibile insidia per il suo "mercato" e
possa addirittura chiedere agli stati di PROIBIRE il freesoftware.

Molti si chiedono a questo punto cosa c'entri il G8 con tutto questo, con
Bill Gates o con la Nike.
Ebbene il G8 è quella cosa non ufficiale, illegittima da un punto di vista
del diritto internazionale, non eletta, che esercita un potere politico ma ha
solo un suffragio "economico" (la scelta degli 8 paesi è fatta in modo che
questi da soli rappresentino praticamente il 50% dei soldi che girano per il
mondo), quella cosa dicevo, che serve a collegare gli interessi economici dei
privati al potere politico. E' grazie al G8 che le multinazionali riescono ad
avere delle leggi che le proteggano e che tutelino il loro modo di operare.

Non si tratta quindi solo di un'analogia tra gli 8 che comandano 6 miliardi e
Bill Gates che impone la propria immondizia ad un miliardo di persone.

Il G8 rappresenta proprio quel collegamento tra interesse economico e
politico (per quelli che hanno paura della parola politico in questo senso si
intende "interesse della popolazione") che permette al primo (l'interesse
economico) di prevalere sull'altro in modo che la vita di una persona possa
essere stimata in 1 dollaro al giorno.

Tutto questo riguarda i contenuti della protesta anti G8 e non la forma.
Mi sembra che sia difficile non riconoscere quanto i contenuti delle proteste
genovesi saranno vicini agli scopi/interessi del GULP e di quanti, piu' in
generale, cercano di promuovere l'opensource come modello di sviluppo del
software.

Per quanto riguarda la forma delle proteste purtroppo non si tratta, come per
i contenuti, di disinformazione ma addirittura di informazione distorta.
Non so quanti di voi sanno che durante le varie proteste antiG8, a partire da
quella si Seattle, si discute molto di più di quanto si manifesti e si
organizzino incontri in cui confrontarsi in cui portare i propri contributi
(il nostro evidentemente sarebbe legato al pinguino ed al sig.Cancelli).
Poi c'è il momento della manifestazione pacifica in cui si fa vedere
attraverso la propria presenza che le idee di cui alcuni si fanno portavoce
sono condivise da molti, anzi moltissimi.

Questi metodi sono assolutamente legittimi e dire che non portano a niente è
un'ingenuità visto che tutte le conquiste nel mondo del lavoro (ricordo che
nessuno di voi è costretto a lavorare 16 ore in miniera dall'età di 7 anni)
si sono ottenute con proteste analoghe ovvero con scioperi e manifestazioni.
Sottovalutare l'importanza ed il potere di una manifestazione è una cosa che
non fa neppure il Cavaliere.

E' vero che contemporaneamente a queste manifestazioni avvengono spesso
scontri e violenze.
Non volgio entrare nel merito di come questi scontri e violenze vengano
fuori, chi sia a provocarli e soprattutto "A favore di chi vanno questi
episodi".
Penso che se ognuno facesse un'analisi critica di quello che le televisioni
gli mettono sotto gli occhi non avrebbe dubbi sul fatto che nessuno dei
150000 che andranno a genova per contestare il G8 andrà a spaccare vetrine e
negozi.


Riassumendo trovo perfettamente legittimo che si cerchi di associare la
promozione del free software alle proteste anti-G8. Ciò nonostante se molti,
come pare, in questa lista hanno paura di coinvolgimenti è meglio lasciar
perdere e andare a genova come privati cittadini che singolarmente vogliono
promuovere e difendere il free software e che per coincidenza poi fanno parte
di una associazione che si chiama GULP, ma è solo una coincidenza.


Ciao
Andrea


--
Registered Linux User No.71426  |     ***  KDE Project  ***
        Andrea Rizzi            |  http://www.kde.org/
mailto: [hidden email]     |  http://i18n.kde.org/teams/it
        [hidden email]       |  Projects: i18n,KOffice,KBabel
        [hidden email]           |  Italian translations coordinator



Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Giuseppe Gallone
Blackstorm wrote:
L'unica cosa di cui ho "paura"
 cosi' sei contento, e' che il gulp venga coinvolto politicamente, e non
 nel senso di interesse dei cittadini, ma nel senso di politica punto e
 basta.
... ma che vuol dire 'politica punto e basta' ?
 

Andrea Rizzi wrote:

A me sembra che molte persone (......)
(......)
Riassumendo trovo perfettamente legittimo che si cerchi di associare la
promozione del free software alle proteste anti-G8.
Io concordo in buona parte con questo approccio alla causa del GULP.
Mi piace pensare che il termine (molto rispettabile) 'apartitico' non venga inteso come sinonimo di 'apolitico' e
sono convinto che un'idea puo` anche nascere per gioco, ma non diventa grande se non c'e` poi
un interesse economico (e non mi pare questo il caso) o un'istanza politico-sociale a sostenerla
(ah, beh, c'e` anche la religione, ma io non la scomoderei).
Sinceramente, circa 16-17 anni fa giocavo con i miei coetanei a far la "guerra"  --- Commodore vs. Sinclair ---
in nome di una presunta superiorita` di questo o di quel sistema ....Ora potrei ancora divertirmi a "giocare" con lazzi
e battute a --- M$OS vs. Linux --- ma non mi fregherebbe poi molto di impegnarmi in un'associazione...
Semmai potrebbe farmi comodo conoscere persone con cui scambiare informazioni su Linux e software
in genere, ma allora, gente, basta la lista! A che serve associarsi e votare uno statuto?
O forse dietro il gulp c'e` piu` che altro l'interesse economico di chi vuole il software gratis? Come se poi anche questo
non fosse politica (...punto e basta?).
Ciò nonostante se molti,
come pare, in questa lista hanno paura di coinvolgimenti è meglio lasciar
perdere e andare a genova come privati cittadini che singolarmente vogliono
promuovere e difendere il free software e che per coincidenza poi fanno parte
di una associazione che si chiama GULP, ma è solo una coincidenza.
In questo caso: almeno non dimenticate i pinguini!!

Ciao a tutti,

Giuseppe

-- 
Giuseppe Gallone
INFM & Dipartimento Ingegneria Chimica, Chimica Industriale e Scienza dei
Materiali, Universita` degli Studi di Pisa -  via Diotisalvi, 2  - 
I56126 PISA - Italy - tel.  +39 050511235 - fax  +39 050511266
 
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Blackstorm
In reply to this post by Andrea Rizzi
#include "Andrea Rizzi.h"

>
> A me sembra che molte persone all'interno del LUG abbiano paura
> di far fare al LUG ciò per cui è nato.
Ok, eccomi, parliamone. Dove starebbe la paura?
>
> Quando ci siamo trovati alle prime riunioni (e anche leggendo le bozze dello
> statuto) abbiamo deciso che lo scopo di questa associazione è quello di
> promuovere il software libero. E' chiaro che per promuovere il software
> libero bisogna "affrontare" chi invece cerca in tutti i modi di ostacolarne
> la diffusione (credo che nessuno possa negare che M$ stia cercando con ogni
> mezzo di ostacolare il software libero).

Giusto. Affrontiamo, dove abbiamo la possibilita'. Affrontiamo, anche con
una manifestazione, se esiste qlcn, esclusi gli iscritti ai lug, che
sappia che esiste e che cosa e' e fa un lug. Afrrontiamo, mandando lettere
dove sono spiegate e rettificate le lacune informative.

> E' chiaro che "combattere" la microsoft non esaurisce il nostro compito visto
> che serve anche una fase propositiva oltre che una fase critica. In questo
> ambito rientrano le iniziative sulla scuola o le conferenze.
> Questo però non toglie che è una legge come quella uscita qche mese fa
> sull'editoria o come quella che Bill auspica per il suo paese (Vietare la GPL
> ai programmi sviluppati con soldi federali) sono i maggiori ostacoli che ci
> si presentano davanti e sono delle realtà con cui è necessario che ci
> misuriamo.

D'accordo.

>
> Se adesso invece di spaventarsi davanti alle immagini dei telegiornali
> cercassimo di capire i *contenuti* della protesta anti-G8 capiremmo che
> questi sono più vicini al GULP di quanto molti di noi credano.

Vorrei capire chi si spaventa guardando il tg. Ma continuiamo.
>
> Noi del GULP ci misuriamo con la nostra piccola (si fa per dire) realtà
> ovvero quella a noi tutti ben nota di un colosso (Micro$oft) che essendosi
> ormai imposto sul "mercato" può vendere immondizia a prezzi esorbitanti in
> modo totalmente incontrollato ed è dalle leggi sul copyright e sulla
> proprietà intellettuale di quegli stessi stati in cui vivono i cittadini che
> dalla "politica" di microsoft vengono massimamente danneggiati (questa frase
> suona anche meglio se si tenesse presente l'identita' stato=cittadini dello
> stato).

Io la chiamo soppressione della liberta' attraverso una politica aziendale
di monopolio.
>

> I "movimenti" anti-G8 riuniscono vari gruppi,associazioni, partiti politici,
> singoli cittadini ecc.. che hanno vissuto un'esperienza, analoga a quella
> Pinguino Vs Bill, di sfruttamento, di sopruso o di abuso di potere da parte
> di privati che facevano i propri interessi economici nei confronti di
> popolazioni intere.
> Il movimento anti G8 contesta quindi quel modello che applicato nei vari
> settori economici produce ingiustizie, abusi o semplicemente concentrazioni
> di potere spropositate che finiscono inevitabilmente per danneggiare le
> persone.
> Questo modello trova una sua applicazione nello strapotere microsoft e nel
> conflitto tra la microsoft e le persone che vogliono promuovere il
> freesoftware.

Va beninissimo, ma ti posso fare una domanda? Da quanti anni il popolo di
Seattle protesta? Eppure il G8 continua ad essere fatto, ed anzi, mi
sembra che il popolo di seattle sia piu'scontento che mai...

>
> Il G8 rappresenta proprio quel collegamento tra interesse economico e
> politico (per quelli che hanno paura della parola politico in questo senso si
> intende "interesse della popolazione") che permette al primo (l'interesse
> economico) di prevalere sull'altro in modo che la vita di una persona possa
> essere stimata in 1 dollaro al giorno.
Diciamo pure politica. Ma davvero la mia vita vale 750.000 lire all'anno?
prendo di piu' in un mese... e vorrei sapere chi glie l'ha detto a 'sti
qui qnt si vale noi...
>
> Tutto questo riguarda i contenuti della protesta anti G8 e non la forma.
> Mi sembra che sia difficile non riconoscere quanto i contenuti delle proteste
> genovesi saranno vicini agli scopi/interessi del GULP e di quanti, piu' in
> generale, cercano di promuovere l'opensource come modello di sviluppo del
> software.

Va bene.
>
> Per quanto riguarda la forma delle proteste purtroppo non si tratta, come per
> i contenuti, di disinformazione ma addirittura di informazione distorta.
> Non so quanti di voi sanno che durante le varie proteste antiG8, a partire da
> quella si Seattle, si discute molto di più di quanto si manifesti e si
> organizzino incontri in cui confrontarsi in cui portare i propri contributi
> (il nostro evidentemente sarebbe legato al pinguino ed al sig.Cancelli).
Allora... qui non andiamo mica tanto bene... le discussioni sono solo
discussioni. Il GULP con tanto di logo e statuto, non e' una discussione
e' un fatto. A discuterne ci chiamavamo ancora lugpisa (a proposito, un
OT: ringrazio tutti qll che si stanno dando da fare per questo progetto.
So che scritto da me puo' sembrare una presa per il culo... pero' mi
sentivo in dovere...)

> Poi c'è il momento della manifestazione pacifica in cui si fa vedere
> attraverso la propria presenza che le idee di cui alcuni si fanno portavoce
> sono condivise da molti, anzi moltissimi.
Pacifiche? La polizia e'in tenuta antisommossa solo perche' fa figo?
>
> Questi metodi sono assolutamente legittimi e dire che non portano a niente è
> un'ingenuità visto che tutte le conquiste nel mondo del lavoro (ricordo che
> nessuno di voi è costretto a lavorare 16 ore in miniera dall'età di 7 anni)
> si sono ottenute con proteste analoghe ovvero con scioperi e manifestazioni.
> Sottovalutare l'importanza ed il potere di una manifestazione è una cosa che
> non fa neppure il Cavaliere.

Ok. Manifestiamo. E poi? Ci sono un paio di servizi sui tg, "scotri fra
ilpopolo di Seattle e le forze dell'ordine, ecc. ecc. ecc.", un paio di
interviste... e qlcn che navigado in internet su un computer M$ approved,
dice "ma guarda, il popolo di seattle si e' messo in moto..." e il Gulp?
Cosa ottiene?

>
> E' vero che contemporaneamente a queste manifestazioni avvengono spesso
> scontri e violenze.
> Non volgio entrare nel merito di come questi scontri e violenze vengano
> fuori, chi sia a provocarli e soprattutto "A favore di chi vanno questi
> episodi".
> Penso che se ognuno facesse un'analisi critica di quello che le televisioni
> gli mettono sotto gli occhi non avrebbe dubbi sul fatto che nessuno dei
> 150000 che andranno a genova per contestare il G8 andrà a spaccare vetrine e
> negozi.

Vediamo di non prenderci per i fondelli. sai benissimo che le
manifestazioni sono il focolaio principale di scontri ed atti vandalici...
>
>
> Riassumendo trovo perfettamente legittimo che si cerchi di associare la
> promozione del free software alle proteste anti-G8. Ciò nonostante se molti,
> come pare, in questa lista hanno paura di coinvolgimenti è meglio lasciar
> perdere e andare a genova come privati cittadini che singolarmente vogliono
> promuovere e difendere il free software e che per coincidenza poi fanno parte
> di una associazione che si chiama GULP, ma è solo una coincidenza.
>
Di nuovo. Ma paura di cosa? Io al G8 non ci vado perche' ho di meglio da
fare che andare a bussare alla porta di otto cretini che giocano a carte.
Se il Gulp volesse andarci, per me non c'e' problema. Il Gulp e' anche per
me e' vero, ma non mi cambia la vita essere additato come "qll che va al
G8 a difendere linux", il fatto che per me sia un metodo inutile, e'
irrilevante, mi potrei anche sbagliare. L'unica cosa di cui ho "paura"
cosi' sei contento, e' che il gulp venga coinvolto politicamente, e non
nel senso di interesse dei cittadini, ma nel senso di politica punto e
basta. Per qnt riguarda la "coincidenza"... "beh", dici, "se il GULP non
va a Genova, ci vado io, con due miei amici del GULP e parlo a nome del
GULP"... non mi pare il caso di commentare la poca democraticita' di un
comportamento che mi pare molto simile a chi vuole imporre i propri
standard in materia di software...

---
Blackstorm
*Vicario d'Armi di idf*

    .--.     Tittums e' il nostro gatto, ed ha le dimensioni
   |o_o |    di un rotolo di soldini. Inarcava la schiena
   |:_/ |    e bestemmiava come uno studente in medicina.
  //   \ \   (Jerome Klapka Jerome)  
 (|     | )  E da oggi anche su ICQ!
/'_   _/`\   UIN 116647346 (nick: blacks)
___)=(___/




Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Riccardo Murri
Scusate l'intromissione (non sono nel GULP), ma non ho spauto trattenermi...

[Blackstorm, Fri, Jun 29, 2001 at 04:03:40PM +0000]
> Vediamo di non prenderci per i fondelli. sai benissimo che le
> manifestazioni sono il focolaio principale di scontri ed atti vandalici...
>

No, le manifestazioni sono *manifestazioni*, cioè raduni di persone per
esprimere o sostenere un'idea!  La maggior parte delle manifestazioni sono
assolutamente pacifiche e non-violente, e non si concludono con la
devastazione delle città dove si svolgono.  

Che, poi, solo gli atti violenti ed eclatanti conquistino i 5 minuti del TG,
è un altro conto...

Le manifestazioni sono il focolaio di scontri ed atti vandalici certamente
meno di quanto lo siano i raduni dei tifosi allo stadio; e nessuno, mi pare,
ha mai bloccato una città per impedire ai tifosi, a *tutti* i tifosi, di
andare allo stadio.  Questo è, invece, quanto sta succedendo per il G8: per
evitare presunti scontri (ricordo che tutte le forze aderenti al Genoa
Social Forum hanno dichiarato di non voler danneggiare la città né gli
abitanti), si impedisce a *tutti* di andare a manifestare il proprio
pensiero e la propria opposizione ad un certo modo di concepire il governo e
l'economia.  A me, questa sembra una pesante violazione dei diritti
democratici.


> Di nuovo. Ma paura di cosa? Io al G8 non ci vado perche' ho di meglio da
> fare che andare a bussare alla porta di otto cretini che giocano a carte.
>

Purtroppo per noi, non giocano a carte. E nella partita c'è in palio più che
un prosciutto ed un fiasco di vino.

> Se il Gulp volesse andarci, per me non c'e' problema. Il Gulp e' anche per
> me e' vero, ma non mi cambia la vita essere additato come "qll che va al
> G8 a difendere linux", il fatto che per me sia un metodo inutile, e'
> irrilevante, mi potrei anche sbagliare.

Mi sembra che la proposta fosse: essere presenti a Genova come LUG, per:
1) affermare l'affinità tra la lotta per il software libero ed altre lotte
per economie "alternative"; 2) promuovere la conoscenza di Linux (e
dell'informatica libera) tra i partecipanti alla manifestazione.

Se sulla prima non siamo d'accordo, per via delle diverse visioni politiche
complessive, sulla seconda magari si?


Ciao,
Riccardo



Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Andrea Rizzi
In reply to this post by Blackstorm
Alle 18:03, venerdì 29 giugno 2001, hai scritto:
> Ok, eccomi, parliamone. Dove starebbe la paura?

Nel chiudere le porte in faccia ad iniziative come quella di genova.

> Giusto. Affrontiamo, dove abbiamo la possibilita'. Affrontiamo, anche con
> una manifestazione, se esiste qlcn, esclusi gli iscritti ai lug, che
> sappia che esiste e che cosa e' e fa un lug.

La gente che troveremo a Genova è sicuramente quella più pronta ad ascoltarci
e come pensi che la gente possa sapere cosa è un lug se non glielo dici ?

> Afrrontiamo, mandando lettere
> dove sono spiegate e rettificate le lacune informative.
A chi mandiamo lettere? Agli italiani uno per uno ? [magari mandiamo una
copia per famiglia di Linux for dummies...]
Ai giornali ? Hai visto cosa scrive repubblica, pensi che pubblicherebbe una
lettera che la accusa di fare informazione distorta ?

>
> Va beninissimo, ma ti posso fare una domanda? Da quanti anni il popolo di
> Seattle protesta?
2 non trenta. La prima vera protesta che è servita a far capire che questo
non è un fenomeno che interessa pochi sfigati è stata appunto a Seattle,
prima quando già il G7 e il G8 esistevano non si sentiva volare una mosca,
nessuna critica e nessuna riflessione sulla legittimità del G8, né in
parlamento né sui giornali.

>Eppure il G8 continua ad essere fatto, ed anzi, mi
> sembra che il popolo di seattle sia piu'scontento che mai...

Non direi, ieri addirittura su La Stampa (giornale non di certo di area
Bloscevica) c'era un editoriale che parlava del G8 e della sua illegittimità.

> Allora... qui non andiamo mica tanto bene... le discussioni sono solo
> discussioni.
Le discussioni sono la chiave della democrazia e più in generale di una
società. Non capisco cosa voglia dire la frase "le discussioni sono solo
discussioni".

> Il GULP con tanto di logo e statuto, non e' una discussione
> e' un fatto. A discuterne ci chiamavamo ancora lugpisa
E allora ?


>
> > Poi c'è il momento della manifestazione pacifica in cui si fa vedere
> > attraverso la propria presenza che le idee di cui alcuni si fanno
> > portavoce sono condivise da molti, anzi moltissimi.
>
> Pacifiche? La polizia e'in tenuta antisommossa solo perche' fa figo?
Giusto interrogativo, la polizia è in tenuta antisommossa e i manifestanti in
maglietta e pantaloncini corti, come mai?Chi vuole che ci sia violenza?. Ora
prova a darti una risposta.


> Ok. Manifestiamo. E poi? Ci sono un paio di servizi sui tg, "scotri fra
> ilpopolo di Seattle e le forze dell'ordine, ecc. ecc. ecc.", un paio di
> interviste... e qlcn che navigado in internet su un computer M$ approved,
> dice "ma guarda, il popolo di seattle si e' messo in moto..." e il Gulp?
> Cosa ottiene?
Magari niente, non è automatico che se manifetsi ottieni qualcosa.
La storia però ci insegna che le manifestazioni sono servite e non poco
(Per Dario: vedi che qualcuno che non crede nelle manifestazioni e negli
scioperi esiste ;-))

> > Penso che se ognuno facesse un'analisi critica di quello che le
> > televisioni gli mettono sotto gli occhi non avrebbe dubbi sul fatto che
> > nessuno dei 150000 che andranno a genova per contestare il G8 andrà a
> > spaccare vetrine e negozi.
>
> Vediamo di non prenderci per i fondelli. sai benissimo che le
> manifestazioni sono il focolaio principale di scontri ed atti vandalici...
Ma chi te lo ha detto ? I TG ? I giornali ? Ricordati che questi mezzi di
informazione sono gli stessi che scrivono che Linux è uno schifo e che
Windows è opensource.
Oppure sei stato a quelle manifestazioni è lo hai visto con i tuoi occhi ?


> > Riassumendo trovo perfettamente legittimo che si cerchi di associare la
> > promozione del free software alle proteste anti-G8. Ciò nonostante se
> > molti, come pare, in questa lista hanno paura di coinvolgimenti è meglio
> > lasciar perdere e andare a genova come privati cittadini che
> > singolarmente vogliono promuovere e difendere il free software e che per
> > coincidenza poi fanno parte di una associazione che si chiama GULP, ma è
> > solo una coincidenza.
>
> Di nuovo. Ma paura di cosa? Io al G8 non ci vado perche' ho di meglio da
> fare che andare a bussare alla porta di otto cretini che giocano a carte.

Si ma "le carte" sono le nostre vite e quelle dei nostri figli.

> L'unica cosa di cui ho "paura"
> cosi' sei contento, e' che il gulp venga coinvolto politicamente, e non
> nel senso di interesse dei cittadini, ma nel senso di politica punto e
> basta.
La politica punto e basta è appunto quella alla cui base stanno i cittadini e
che serve per regolare la vita di una società.
La paura a cui io mi riferisco è proprio questa, la paura della parola
"politica".
Se invece temete che il GULP venga coinvolto in tangentopoli o nella corsa
alle poltrone non vi preoccupate, sicuramente non sarà genova a portare
questo nel GULP.

Per qnt riguarda la "coincidenza"... "beh", dici, "se il GULP non
> va a Genova, ci vado io, con due miei amici del GULP e parlo a nome del
> GULP"... non mi pare il caso di commentare la poca democraticita' di un
> comportamento che mi pare molto simile a chi vuole imporre i propri
> standard in materia di software...

Non ho assolutamente detto che parlerei a nome del GULP e non mi sogno certo
di fare una cosa del genere. la "coincidenza" si riferiva al fatto che è
strano che per coincidenza delle persone che fanno parte di un'associazione
che vuole promuovere il software libero si rechino in un posto a promuovere
il software libero ma questo non c'entri niente con quello che si propone di
fare l'associazione a cui appartengono (il GULP).

Ciao
Andrea
--
Registered Linux User No.71426  |     ***  KDE Project  ***
        Andrea Rizzi            |  http://www.kde.org/
mailto: [hidden email]     |  http://i18n.kde.org/teams/it
        [hidden email]       |  Projects: i18n,KOffice,KBabel
        [hidden email]           |  Italian translations coordinator



Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Antonio Messina
In reply to this post by Blackstorm
> #include "Andrea Rizzi.h"
> > Se adesso invece di spaventarsi davanti alle immagini dei telegiornali
> > cercassimo di capire i *contenuti* della protesta anti-G8 capiremmo che
> > questi sono più vicini al GULP di quanto molti di noi credano.

Questo e' giustissimo. Io non sono entrato nel merito della questione
perche' sono in effetti un po' ignorante su questo tipo di protesta, quindi
mi sono limitato a chiedere se questo genere di protesta rientrava o meno
nelle attivita' descritte dall'aspirante statuto del gruppo.

On Fri, Jun 29, 2001 at 04:03:40PM +0000, Blackstorm wrote:
> Va beninissimo, ma ti posso fare una domanda? Da quanti anni il popolo di
> Seattle protesta? Eppure il G8 continua ad essere fatto, ed anzi, mi
> sembra che il popolo di seattle sia piu'scontento che mai...

Credo che non ci si possa permettere di essere pessimisti. Se Linus l'avesse
fatto non avremmo mai visto il kernel 1.0

> #include "Andrea Rizzi.h"
> > Tutto questo riguarda i contenuti della protesta anti G8 e non la forma.
> > Mi sembra che sia difficile non riconoscere quanto i contenuti delle proteste
> > genovesi saranno vicini agli scopi/interessi del GULP e di quanti, piu' in
> > generale, cercano di promuovere l'opensource come modello di sviluppo del
> > software.
> >
> > Per quanto riguarda la forma delle proteste purtroppo non si tratta, come per
> > i contenuti, di disinformazione ma addirittura di informazione distorta.
> > Non so quanti di voi sanno che durante le varie proteste antiG8, a partire da
> > quella si Seattle, si discute molto di più di quanto si manifesti e si
> > organizzino incontri in cui confrontarsi in cui portare i propri contributi
> > (il nostro evidentemente sarebbe legato al pinguino ed al sig.Cancelli).

Questa prospettiva mi sembra molto interessante. La partecipazione di un LUG
potrebbe eventualmente portare una prospettiva nuova ed un motivo in piu',
forse, per contestare contro il G8.

> #include "Andrea Rizzi.h"
> > Questi metodi sono assolutamente legittimi e dire che non portano a niente è
> > un'ingenuità visto che tutte le conquiste nel mondo del lavoro (ricordo che
> > nessuno di voi è costretto a lavorare 16 ore in miniera dall'età di 7 anni)
> > si sono ottenute con proteste analoghe ovvero con scioperi e manifestazioni.

Si', mi sembra importante ricordarlo. Lo riporto semplicemente per ribadire
il concetto :)

On Fri, Jun 29, 2001 at 04:03:40PM +0000, Blackstorm wrote:
> Ok. Manifestiamo. E poi? Ci sono un paio di servizi sui tg, "scotri fra
> ilpopolo di Seattle e le forze dell'ordine, ecc. ecc. ecc.", un paio di
> interviste... e qlcn che navigado in internet su un computer M$ approved,
> dice "ma guarda, il popolo di seattle si e' messo in moto..." e il Gulp?
> Cosa ottiene?

Non si puo' sapere. Se durante la manifestazione gli "inviati" del gulp
riescono a convincere molti manifestanti alla "causa del software libero",
visto che potrebbero avere molti punti di contatto con essa, non sarebbe un
guadagno per noi e per il Free Software? (piccolo quanto vuoi, ma dopotutto
ottenuto con sforzo minimo, visto che chi andra' al G8 ci andra' anche
qualora non potesse rappresentare il GULP)

On Fri, Jun 29, 2001 at 04:03:40PM +0000, Blackstorm wrote:
> irrilevante, mi potrei anche sbagliare. L'unica cosa di cui ho "paura"
> cosi' sei contento, e' che il gulp venga coinvolto politicamente, e non
> nel senso di interesse dei cittadini, ma nel senso di politica punto e
> basta. Per qnt riguarda la "coincidenza"... "beh", dici, "se il GULP non
> va a Genova, ci vado io, con due miei amici del GULP e parlo a nome del
> GULP"... non mi pare il caso di commentare la poca democraticita' di un
> comportamento che mi pare molto simile a chi vuole imporre i propri
> standard in materia di software...

Nessuno ha detto questo, mi pare. Si stava appunto discutendo e decidendo
(democraticamente) se sia il caso che i membri del gulp che andranno alla
manifestazione debbano o meno parlare anche a nome del GULP...

Per quanto riguarda la strumentalizzazione politica non ho mai pensato che
in questo particolare caso fosse possibile: il "popolo di seattle" e' molto
vario dal punto di vista politico e religioso, quindi non si puo' collegare
il GULP ad un particolare partito semplicemente perche' partecipa con esso.
D'altro canto il GULP e' un gruppo "politico" in un senso molto piu' ampio,
visto che porta avanti un'idea politica che e' quella secondo la quale tutti
dobbiamo poter essere padroni di quegli strumenti informatici che
condizionano in larga misura la nostra vita.


--
*** Hi! I'm a .signature Virus ! Copy me
    to your signature to help me spreading! ***



Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Blackstorm
In reply to this post by Giuseppe Gallone
#include "Giuseppe Gallone.h"

> Blackstorm wrote:
>
> > L'unica cosa di cui ho "paura"
> >  cosi' sei contento, e' che il gulp venga coinvolto politicamente, e non
> >  nel senso di interesse dei cittadini, ma nel senso di politica punto e
> >  basta.
>
> ... ma che vuol dire 'politica punto e basta' ?

Hai presente quei tizi che vengono pagati uno sbotto di quattrini e che
vanno in parlamento a litigare perche' in parlamento c'e' l'aria
condizionata e poi si bevono un whyskino?
Qll che amano riempirsi la bocca diputtanate dicendo di fare politica?
Ecco.

>
>
> Andrea Rizzi wrote:
>
> > A me sembra che molte persone (......)
> > (......)
> > Riassumendo trovo perfettamente legittimo che si cerchi di associare la
> > promozione del free software alle proteste anti-G8.
>
> Io concordo in buona parte con questo approccio alla causa del GULP.
> Mi piace pensare che il termine (molto rispettabile) 'apartitico' non venga
> inteso come sinonimo di 'apolitico' e
> sono convinto che un'idea puo` anche nascere per gioco, ma non diventa grande se
> non c'e` poi
> un interesse economico (e non mi pare questo il caso) o un'istanza
> politico-sociale a sostenerla
> (ah, beh, c'e` anche la religione, ma io non la scomoderei).
Ok. Ma lo statuto se non vado errato parla di apartiticita' E di
apoliticita'.

> Sinceramente, circa 16-17 anni fa giocavo con i miei coetanei a far la "guerra"
> --- Commodore vs. Sinclair ---
> in nome di una presunta superiorita` di questo o di quel sistema ....
Ah... che nostalgia... :')

> Ora potrei
> ancora divertirmi a "giocare" con lazzi
> e battute a --- M$OS vs. Linux --- ma non mi fregherebbe poi molto di impegnarmi
> in un'associazione...
Non sei obbligato.

> Semmai potrebbe farmi comodo conoscere persone con cui scambiare informazioni su
> Linux e software
> in genere, ma allora, gente, basta la lista! A che serve associarsi e votare uno
> statuto?
Forse, ma solo forse, per poter,come associazione, organizzare incontri,
conferenze & Co., per avere un punto di ritrovo, dove poter chiedere
consiglio, o reperire determinate librerie?

> O forse dietro il gulp c'e` piu` che altro l'interesse economico di chi vuole il
> software gratis? Come se poi anche questo
> non fosse politica (...punto e basta?).
Ma chi? La distribuzione di linux e' libera, non gratuita. Non
neccessariamente. L'interesse economico, mi spieghi dove sta? E' molto,
molto piu' conveniente non associarsi se si vuole il sw gratis... si
mettono 1000 lire a testa, e si prende la mandrake 7.xx... con un giornale
che costa 10000 lire, e dieci persone ad usufruire di un solo cd, se non
e' gratis, e' quasi zero... e senza nessunoche ti viene a rompere se lo
fai in privato...



---
Blackstorm
*Vicario d'Armi di idf*

    .--.     Tittums e' il nostro gatto, ed ha le dimensioni
   |o_o |    di un rotolo di soldini. Inarcava la schiena
   |:_/ |    e bestemmiava come uno studente in medicina.
  //   \ \   (Jerome Klapka Jerome)  
 (|     | )  E da oggi anche su ICQ!
/'_   _/`\   UIN 116647346 (nick: blacks)
___)=(___/




Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Andrea Rizzi
Alle 18:45, venerdì 29 giugno 2001, hai scritto:

> Ok. Ma lo statuto se non vado errato parla di apartiticita' E di
> apoliticita'.

False.

"1 - L'associazione e` apartitica e indipendente da ogni organismo economico
o commerciale."
(dalla bozza di statuto del 5 giugno)


--
Registered Linux User No.71426  |     ***  KDE Project  ***
        Andrea Rizzi            |  http://www.kde.org/
mailto: [hidden email]     |  http://i18n.kde.org/teams/it
        [hidden email]       |  Projects: i18n,KOffice,KBabel
        [hidden email]           |  Italian translations coordinator



Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Giuseppe Gallone
In reply to this post by Blackstorm
Blackstorm wrote:
#include "Giuseppe Gallone.h"

> Blackstorm wrote:
>
> > L'unica cosa di cui ho "paura"
> >  cosi' sei contento, e' che il gulp venga coinvolto politicamente, e non
> >  nel senso di interesse dei cittadini, ma nel senso di politica punto e
> >  basta.
>
> ... ma che vuol dire 'politica punto e basta' ?

Hai presente quei tizi che vengono pagati uno sbotto di quattrini e che
vanno in parlamento a litigare perche' in parlamento c'e' l'aria
condizionata e poi si bevono un whyskino?
Qll che amano riempirsi la bocca diputtanate dicendo di fare politica?
Ecco.

...ecco, quei tipi decidono per me e per te quello che possiamo e non possiamo fare.
Non dico che bisogna ridursi come loro, ma sara` bene non sottovalutarli, specie
se poi ti piazzano leggi tipo: per mettere su un sito web ci vuole la tessera di giornalista
(o qualunque altra che sia...), oppure se ti vietano la licenza GPL perche` il whyskino glielo
offre M$...
(.....)
Ma lo statuto se non vado errato parla di apartiticita' E di
apoliticita'.
Forse sbaglio io, ma nella versione attuale non mi pare che si parli di apoliticita`!
> Ora potrei
> ancora divertirmi a "giocare" con lazzi
> e battute a --- M$OS vs. Linux --- ma non mi fregherebbe poi molto di impegnarmi
> in un'associazione...
Non sei obbligato.
Grazie per l'avviso. Pensavo fosse ineluttabile! Avevo paura ad oppormi...
> O forse dietro il gulp c'e` piu` che altro l'interesse economico di chi vuole il
> software gratis? Come se poi anche questo
> non fosse politica (...punto e basta?).
Ma chi? La distribuzione di linux e' libera, non gratuita. Non
neccessariamente. L'interesse economico, mi spieghi dove sta? E' molto,
molto piu' conveniente non associarsi se si vuole il sw gratis... si
mettono 1000 lire a testa, e si prende la mandrake 7.xx... con un giornale
che costa 10000 lire, e dieci persone ad usufruire di un solo cd, se non
e' gratis, e' quasi zero... e senza nessunoche ti viene a rompere se lo
fai in privato...
 
Uhm... Vedo.... La prossima volta cerchero` di esprimermi in maniera piu` semplice.

Bye.

-- 
Giuseppe Gallone
INFM & Dipartimento Ingegneria Chimica, Chimica Industriale e Scienza dei
Materiali, Universita` degli Studi di Pisa -  via Diotisalvi, 2  - 
I56126 PISA - Italy - tel.  +39 050511235 - fax  +39 050511266
 
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Blackstorm
In reply to this post by Riccardo Murri
#include "Riccardo Murri.h"

> Scusate l'intromissione (non sono nel GULP), ma non ho spauto trattenermi...
>
> [Blackstorm, Fri, Jun 29, 2001 at 04:03:40PM +0000]
> > Vediamo di non prenderci per i fondelli. sai benissimo che le
> > manifestazioni sono il focolaio principale di scontri ed atti vandalici...
> >
>
> No, le manifestazioni sono *manifestazioni*, cioè raduni di persone per
> esprimere o sostenere un'idea!  La maggior parte delle manifestazioni sono
> assolutamente pacifiche e non-violente, e non si concludono con la
> devastazione delle città dove si svolgono.  
>
> Che, poi, solo gli atti violenti ed eclatanti conquistino i 5 minuti del TG,
> è un altro conto...

Sono d'accordo. Hai ragione. Ma su quei 15k (o 150k, non sono riuscito a
contare gli zeri...:P), ce n'e' un 10%, forse anche meno, anzi sicuramente
meno, che va li' per spaccare le vetrine. E siccome, i 5 minuti del tg
sono occupati da loro,  i manifestanti in toto vengono catalogati come
vandali...

>
> Le manifestazioni sono il focolaio di scontri ed atti vandalici certamente
> meno di quanto lo siano i raduni dei tifosi allo stadio; e nessuno, mi pare,
> ha mai bloccato una città per impedire ai tifosi, a *tutti* i tifosi, di
> andare allo stadio.  Questo è, invece, quanto sta succedendo per il G8: per
> evitare presunti scontri (ricordo che tutte le forze aderenti al Genoa
> Social Forum hanno dichiarato di non voler danneggiare la città né gli
> abitanti), si impedisce a *tutti* di andare a manifestare il proprio
> pensiero e la propria opposizione ad un certo modo di concepire il governo e
> l'economia.  A me, questa sembra una pesante violazione dei diritti
> democratici.

Oddio, certo, essendo i potenti, possono permettersi di pagare una
protezione adeguata... ma tu non lo faresti se fossi al loro posto?
>
>
> > Di nuovo. Ma paura di cosa? Io al G8 non ci vado perche' ho di meglio da
> > fare che andare a bussare alla porta di otto cretini che giocano a carte.
> >
>
> Purtroppo per noi, non giocano a carte. E nella partita c'è in palio più che
> un prosciutto ed un fiasco di vino.

Mah... fra un tresette ed il decidere come spartirsi mezzo mondo, non c'e'
qst gran differenza... considerando poi che per loro sborsare 300k lire
per un prosciutto e sborsare 300 mld per una squadra di calcio non fa
differenza...

>
> > Se il Gulp volesse andarci, per me non c'e' problema. Il Gulp e' anche per
> > me e' vero, ma non mi cambia la vita essere additato come "qll che va al
> > G8 a difendere linux", il fatto che per me sia un metodo inutile, e'
> > irrilevante, mi potrei anche sbagliare.
>
> Mi sembra che la proposta fosse: essere presenti a Genova come LUG, per:
> 1) affermare l'affinità tra la lotta per il software libero ed altre lotte
> per economie "alternative"; 2) promuovere la conoscenza di Linux (e
> dell'informatica libera) tra i partecipanti alla manifestazione.
>
> Se sulla prima non siamo d'accordo, per via delle diverse visioni politiche
> complessive, sulla seconda magari si?
>
Sicuramente siamo d'accordo sulla promozione di linux. E sono convinto che
i manifestanti abbiano un grande potenziale come pubblico, come ricezione
di informazioni.
L'unica cosa su cui non siamo d'accordo, e' il metodo. Per qnt riguarda la
prima che hai detto, non ci crederai, ma le ffinita' le vedo, solo che
secondo qll dei manifestanti tendono ad affrontare un discorso molto
diverso.

---
Blackstorm
*Vicario d'Armi di idf*

    .--.     Tittums e' il nostro gatto, ed ha le dimensioni
   |o_o |    di un rotolo di soldini. Inarcava la schiena
   |:_/ |    e bestemmiava come uno studente in medicina.
  //   \ \   (Jerome Klapka Jerome)  
 (|     | )  E da oggi anche su ICQ!
/'_   _/`\   UIN 116647346 (nick: blacks)
___)=(___/




Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Blackstorm
In reply to this post by Andrea Rizzi
#include "Andrea Rizzi.h"

> Alle 18:03, venerdì 29 giugno 2001, hai scritto:
> > Ok, eccomi, parliamone. Dove starebbe la paura?
>
> Nel chiudere le porte in faccia ad iniziative come quella di genova.
Oh. Guarda che se facevi subito il mio nome non mi offendevo di certo.
>
> > Giusto. Affrontiamo, dove abbiamo la possibilita'. Affrontiamo, anche con
> > una manifestazione, se esiste qlcn, esclusi gli iscritti ai lug, che
> > sappia che esiste e che cosa e' e fa un lug.
>
> La gente che troveremo a Genova è sicuramente quella più pronta ad ascoltarci
> e come pensi che la gente possa sapere cosa è un lug se non glielo dici ?
Giusto. Touche'.
>
> > Afrrontiamo, mandando lettere
> > dove sono spiegate e rettificate le lacune informative.
> A chi mandiamo lettere? Agli italiani uno per uno ? [magari mandiamo una
> copia per famiglia di Linux for dummies...]
Lol... bella qst...
 
> Ai giornali ? Hai visto cosa scrive repubblica, pensi che pubblicherebbe una
> lettera che la accusa di fare informazione distorta ?

Ho visto cosa scrive "Repubblica". Si. E allora? Esiste solo qll di
giornale?
>
> >
> > Va beninissimo, ma ti posso fare una domanda? Da quanti anni il popolo di
> > Seattle protesta?
> 2 non trenta. La prima vera protesta che è servita a far capire che questo
> non è un fenomeno che interessa pochi sfigati è stata appunto a Seattle,
> prima quando già il G7 e il G8 esistevano non si sentiva volare una mosca,
> nessuna critica e nessuna riflessione sulla legittimità del G8, né in
> parlamento né sui giornali.
Scusami, ma mi sfugge il discorso. Cioe' non ho proprio capito...
Se provi a riscrivermelo, ti rispondo. Non e' per cattiveria, te l
oassicuro, mi sfugge proprio il senso di qst pezzo...
>
> >Eppure il G8 continua ad essere fatto, ed anzi, mi
> >sembra che il popolo di seattle sia piu'scontento che mai...
>
> Non direi, ieri addirittura su La Stampa (giornale non di certo di area
> Bloscevica) c'era un editoriale che parlava del G8 e della sua illegittimità.

Bene. Fa parte degli stessi giornali che citavi sopra, qll che danno
notizie distorte?
>
> > Allora... qui non andiamo mica tanto bene... le discussioni sono solo
> > discussioni.
> Le discussioni sono la chiave della democrazia e più in generale di una
> società. Non capisco cosa voglia dire la frase "le discussioni sono solo
> discussioni".
Che la maggior parte delle discussioni, e IMHO *soprattutto* qll delle
manifestazioni, sono fini a se stesse.
>
> > Il GULP con tanto di logo e statuto, non e' una discussione
> > e' un fatto. A discuterne ci chiamavamo ancora lugpisa
> E allora ?
nulla. Era per portarti un esempio di come va fatta una
discussione,secondo me: molta pratica e poche seghe mentali. Forse perche'
tendo a caricare i muri a testa bassa invece di aggirarli, gli do' una
spallata se e qnd me li trovo davanti, non faccio strategie. sara' per
qll, ma ammiro chi alle parole fa seguire i fatti, cosa che alle
manifestazioni ho visto fare molto poco.

>
>
> >
> > > Poi c'è il momento della manifestazione pacifica in cui si fa vedere
> > > attraverso la propria presenza che le idee di cui alcuni si fanno
> > > portavoce sono condivise da molti, anzi moltissimi.
> >
> > Pacifiche? La polizia e'in tenuta antisommossa solo perche' fa figo?
> Giusto interrogativo, la polizia è in tenuta antisommossa e i manifestanti in
> maglietta e pantaloncini corti, come mai?Chi vuole che ci sia violenza?. Ora
> prova a darti una risposta.

Subito. Anche se poi sembrera' che io sia il bastian contrario sempre e
cmq... insomma:
i sassi si trovano in terra, non c'e' bisogno di portarseli dietro, ed i
manganelli si rubano...
>
>
> > Ok. Manifestiamo. E poi? Ci sono un paio di servizi sui tg, "scotri fra
> > ilpopolo di Seattle e le forze dell'ordine, ecc. ecc. ecc.", un paio di
> > interviste... e qlcn che navigado in internet su un computer M$ approved,
> > dice "ma guarda, il popolo di seattle si e' messo in moto..." e il Gulp?
> > Cosa ottiene?
> Magari niente, non è automatico che se manifetsi ottieni qualcosa.
> La storia però ci insegna che le manifestazioni sono servite e non poco
Anche la rivoluzione francese e' servita. A cosa, ancora lo vorrei capire.

> (Per Dario: vedi che qualcuno che non crede nelle manifestazioni e negli
> scioperi esiste ;-))
Oh, beh, non faccio sciopero in facolta'... figurarsi dalle altre parti...

>
> > > Penso che se ognuno facesse un'analisi critica di quello che le
> > > televisioni gli mettono sotto gli occhi non avrebbe dubbi sul fatto che
> > > nessuno dei 150000 che andranno a genova per contestare il G8 andrà a
> > > spaccare vetrine e negozi.
> >
> > Vediamo di non prenderci per i fondelli. sai benissimo che le
> > manifestazioni sono il focolaio principale di scontri ed atti vandalici...
> Ma chi te lo ha detto ? I TG ? I giornali ? Ricordati che questi mezzi di
> informazione sono gli stessi che scrivono che Linux è uno schifo e che
> Windows è opensource.
> Oppure sei stato a quelle manifestazioni è lo hai visto con i tuoi occhi ?

Anche qui, touche'.

>
>
> > > Riassumendo trovo perfettamente legittimo che si cerchi di associare la
> > > promozione del free software alle proteste anti-G8. Ciò nonostante se
> > > molti, come pare, in questa lista hanno paura di coinvolgimenti è meglio
> > > lasciar perdere e andare a genova come privati cittadini che
> > > singolarmente vogliono promuovere e difendere il free software e che per
> > > coincidenza poi fanno parte di una associazione che si chiama GULP, ma è
> > > solo una coincidenza.
> >
> > Di nuovo. Ma paura di cosa? Io al G8 non ci vado perche' ho di meglio da
> > fare che andare a bussare alla porta di otto cretini che giocano a carte.
>
> Si ma "le carte" sono le nostre vite e quelle dei nostri figli.

COsa possono farmi? Uccidermi? Pazienza. Non e' grave. Levarmi la
liberta'? Qst si, e' grave, ma pensi che la gente si lasci incaprettare
senza fiatare?
>
> > L'unica cosa di cui ho "paura"
> > cosi' sei contento, e' che il gulp venga coinvolto politicamente, e non
> > nel senso di interesse dei cittadini, ma nel senso di politica punto e
> > basta.
> La politica punto e basta è appunto quella alla cui base stanno i cittadini e
> che serve per regolare la vita di una società.
No, qll che intendevo io e' la politica che fa arricchire i parlamentari.

> La paura a cui io mi riferisco è proprio questa, la paura della parola
> "politica".
E' una parola. Non vuol dire nulla altro che qll che abbiam deciso volesse
significare.

> Se invece temete che il GULP venga coinvolto in tangentopoli o nella corsa
> alle poltrone non vi preoccupate, sicuramente non sarà genova a portare
> questo nel GULP.
>
> Per qnt riguarda la "coincidenza"... "beh", dici, "se il GULP non
> > va a Genova, ci vado io, con due miei amici del GULP e parlo a nome del
> > GULP"... non mi pare il caso di commentare la poca democraticita' di un
> > comportamento che mi pare molto simile a chi vuole imporre i propri
> > standard in materia di software...
>
> Non ho assolutamente detto che parlerei a nome del GULP e non mi sogno certo
> di fare una cosa del genere. la "coincidenza" si riferiva al fatto che è
> strano che per coincidenza delle persone che fanno parte di un'associazione
> che vuole promuovere il software libero si rechino in un posto a promuovere
> il software libero ma questo non c'entri niente con quello che si propone di
> fare l'associazione a cui appartengono (il GULP).
>
Cioe' non tireresti fuori il fatto che fate parte del GULP?
Non e' una coincidenza... da esterno sarei piu' propenso a pensare che, al
di la' della promozione, vi siate messi d'accordo sulla ml, o in privato
perche' vi conoscete...

---
Blackstorm
*Vicario d'Armi di idf*

    .--.     Tittums e' il nostro gatto, ed ha le dimensioni
   |o_o |    di un rotolo di soldini. Inarcava la schiena
   |:_/ |    e bestemmiava come uno studente in medicina.
  //   \ \   (Jerome Klapka Jerome)  
 (|     | )  E da oggi anche su ICQ!
/'_   _/`\   UIN 116647346 (nick: blacks)
___)=(___/




Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Andrea Rizzi
Alle 19:16, venerdì 29 giugno 2001, hai scritto:
> Ho visto cosa scrive "Repubblica". Si. E allora? Esiste solo qll di
> giornale?
No, però e' il secondo giornale piu' letto in italia, a chi volevi scrivere,
al tirreno ?

>
> > > Va beninissimo, ma ti posso fare una domanda? Da quanti anni il popolo
> > > di Seattle protesta?
> >
> > 2 non trenta. La prima vera protesta che è servita a far capire che
> > questo non è un fenomeno che interessa pochi sfigati è stata appunto a
> > Seattle, prima quando già il G7 e il G8 esistevano non si sentiva volare
> > una mosca, nessuna critica e nessuna riflessione sulla legittimità del
> > G8, né in parlamento né sui giornali.
>
> Scusami, ma mi sfugge il discorso. Cioe' non ho proprio capito...
> Se provi a riscrivermelo, ti rispondo. Non e' per cattiveria, te l
> oassicuro, mi sfugge proprio il senso di qst pezzo...
Riassumo:
Il popolo di seattle esiste e protesta da SOLO 2 anni.

>
> > >Eppure il G8 continua ad essere fatto, ed anzi, mi
> > >sembra che il popolo di seattle sia piu'scontento che mai...
> >
> > Non direi, ieri addirittura su La Stampa (giornale non di certo di area
> > Bloscevica) c'era un editoriale che parlava del G8 e della sua
> > illegittimità.
>
> Bene. Fa parte degli stessi giornali che citavi sopra, qll che danno
> notizie distorte?
Probabilmente si, ma la cosa rilevante è che anche le fonti piu' "filo
governative" (scusa il termine da scenario "spionaggio a berlino") hanno
smesso di ignorare i problemi che vengono posti e le critiche che vengono
protate a questo modello economico.


> Che la maggior parte delle discussioni, e IMHO *soprattutto* qll delle
> manifestazioni, sono fini a se stesse.
Mi sembra un'analisi priva (nel senso che non l'hai scritta in questa mail)
di qualunque base ed evidentemente non è possibile rispondere ad una frase
come questa se non dicendo che secondo me le discussioni, anche alle
manifestazioni, sono il massimo momento di vita sociale e democratica.


>
> > > Il GULP con tanto di logo e statuto, non e' una discussione
> > > e' un fatto. A discuterne ci chiamavamo ancora lugpisa
> >
> > E allora ?
>
> nulla. Era per portarti un esempio di come va fatta una
> discussione,secondo me: molta pratica e poche seghe mentali. Forse perche'
> tendo a caricare i muri a testa bassa invece di aggirarli, gli do' una
> spallata se e qnd me li trovo davanti, non faccio strategie. sara' per
> qll, ma ammiro chi alle parole fa seguire i fatti, cosa che alle
> manifestazioni ho visto fare molto poco.
Quante ne hai viste di manifestazioni ?

> i sassi si trovano in terra, non c'e' bisogno di portarseli dietro, ed i
> manganelli si rubano...
Mi ricordi quelli che dicono che chi installa linux "lo fa per fare
il pirata informatico".

> Anche la rivoluzione francese e' servita. A cosa, ancora lo vorrei capire.
Se vuoi chiedo a qualcuno che ti consigli un buon libro di storia.

> > Si ma "le carte" sono le nostre vite e quelle dei nostri figli.
>
> COsa possono farmi? Uccidermi? Pazienza. Non e' grave. Levarmi la
> liberta'? Qst si, e' grave, ma pensi che la gente si lasci incaprettare
> senza fiatare?
CAZZO STIAMO FIATANDO.
Sei tu vuoi farti incaprettare senza fiatare.
Cosa vuol dire manifestare ? Non vuol dire proprio farsi sentire ? Fiatare
appunto ?

Cmq, oltre a toglierti la libertà imponendoti come devi vivere cosa devi
mangiare cosa devi leggere che OS usare etc..
Possono:
Affamarti, bombardarti, sfruttare il lavoro dei tuoi figli che hanno 5 anni,
costringerti ad abbandonare la tua casa, farti affogare, riempirti di botte e
manganellate....

> No, qll che intendevo io e' la politica che fa arricchire i parlamentari.
E secondo te il movimento anti G8 ha qualcosa a che fare con
FI,AN,DS,Margherita, Bianco Fiore, Lista di tizio, partito dei belli, partito
dei brutti, etcc ???

>
> > La paura a cui io mi riferisco è proprio questa, la paura della parola
> > "politica".
>
> E' una parola. Non vuol dire nulla altro che qll che abbiam deciso volesse
> significare.
Beh, pare che il significato che avevamo deciso fosse un altro non quello di
"arte del rubare i soldi sedendosi in un emiciclo con aria condizionata"...
E' un po' come se la Microsoft imponesse che "software libero" vuol dire
"programma usato da pirati informatici".

> Cioe' non tireresti fuori il fatto che fate parte del GULP?
Certo che direi che faccio parte del GULP, direi anche che non lo rappresento.
Se mi chiedono da dove vengo gli dico che abito a Gavorrano (GR) ma non vuol
dire che rappresento Gavorrano. Così se uno mi chiede, quando parlo di Linux,
dove può avere informazioni gli dico che sulle pagine del GULP potrà trovare
alcune notizie e link.
Se vedi nella mia signature c'è scritto che partecipo a KDE ma non vuol dire
che rappresento KDE.

Ciao
Andrea

--
Registered Linux User No.71426  |     ***  KDE Project  ***
        Andrea Rizzi            |  http://www.kde.org/
mailto: [hidden email]     |  http://i18n.kde.org/teams/it
        [hidden email]       |  Projects: i18n,KOffice,KBabel
        [hidden email]           |  Italian translations coordinator




Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Andrea Rizzi-2
In reply to this post by Blackstorm
Alle 19:16, venerdì 29 giugno 2001, hai scritto:
> Ho visto cosa scrive "Repubblica". Si. E allora? Esiste solo qll di
> giornale?
No, però e' il secondo giornale piu' letto in italia, a chi volevi scrivere,
al tirreno ?

>
> > > Va beninissimo, ma ti posso fare una domanda? Da quanti anni il popolo
> > > di Seattle protesta?
> >
> > 2 non trenta. La prima vera protesta che è servita a far capire che
> > questo non è un fenomeno che interessa pochi sfigati è stata appunto a
> > Seattle, prima quando già il G7 e il G8 esistevano non si sentiva volare
> > una mosca, nessuna critica e nessuna riflessione sulla legittimità del
> > G8, né in parlamento né sui giornali.
>
> Scusami, ma mi sfugge il discorso. Cioe' non ho proprio capito...
> Se provi a riscrivermelo, ti rispondo. Non e' per cattiveria, te l
> oassicuro, mi sfugge proprio il senso di qst pezzo...
Riassumo:
Il popolo di seattle esiste e protesta da SOLO 2 anni.

>
> > >Eppure il G8 continua ad essere fatto, ed anzi, mi
> > >sembra che il popolo di seattle sia piu'scontento che mai...
> >
> > Non direi, ieri addirittura su La Stampa (giornale non di certo di area
> > Bloscevica) c'era un editoriale che parlava del G8 e della sua
> > illegittimità.
>
> Bene. Fa parte degli stessi giornali che citavi sopra, qll che danno
> notizie distorte?
Probabilmente si, ma la cosa rilevante è che anche le fonti piu' "filo
governative" (scusa il termine da scenario "spionaggio a berlino") hanno
smesso di ignorare i problemi che vengono posti e le critiche che vengono
protate a questo modello economico.


> Che la maggior parte delle discussioni, e IMHO *soprattutto* qll delle
> manifestazioni, sono fini a se stesse.
Mi sembra un'analisi priva (nel senso che non l'hai scritta in questa mail)
di qualunque base ed evidentemente non è possibile rispondere ad una frase
come questa se non dicendo che secondo me le discussioni, anche alle
manifestazioni, sono il massimo momento di vita sociale e democratica.


>
> > > Il GULP con tanto di logo e statuto, non e' una discussione
> > > e' un fatto. A discuterne ci chiamavamo ancora lugpisa
> >
> > E allora ?
>
> nulla. Era per portarti un esempio di come va fatta una
> discussione,secondo me: molta pratica e poche seghe mentali. Forse perche'
> tendo a caricare i muri a testa bassa invece di aggirarli, gli do' una
> spallata se e qnd me li trovo davanti, non faccio strategie. sara' per
> qll, ma ammiro chi alle parole fa seguire i fatti, cosa che alle
> manifestazioni ho visto fare molto poco.
Quante ne hai viste di manifestazioni ?

> i sassi si trovano in terra, non c'e' bisogno di portarseli dietro, ed i
> manganelli si rubano...
Mi ricordi quelli che dicono che chi installa linux "lo fa per fare
il pirata informatico".

> Anche la rivoluzione francese e' servita. A cosa, ancora lo vorrei capire.
Se vuoi chiedo a qualcuno che ti consigli un buon libro di storia.

> > Si ma "le carte" sono le nostre vite e quelle dei nostri figli.
>
> COsa possono farmi? Uccidermi? Pazienza. Non e' grave. Levarmi la
> liberta'? Qst si, e' grave, ma pensi che la gente si lasci incaprettare
> senza fiatare?
CAZZO STIAMO FIATANDO.
Sei tu vuoi farti incaprettare senza fiatare.
Cosa vuol dire manifestare ? Non vuol dire proprio farsi sentire ? Fiatare
appunto ?

Cmq, oltre a toglierti la libertà imponendoti come devi vivere cosa devi
mangiare cosa devi leggere che OS usare etc..
Possono:
Affamarti, bombardarti, sfruttare il lavoro dei tuoi figli che hanno 5 anni,
costringerti ad abbandonare la tua casa, farti affogare, riempirti di botte e
manganellate....

> No, qll che intendevo io e' la politica che fa arricchire i parlamentari.
E secondo te il movimento anti G8 ha qualcosa a che fare con
FI,AN,DS,Margherita, Bianco Fiore, Lista di tizio, partito dei belli, partito
dei brutti, etcc ???

>
> > La paura a cui io mi riferisco è proprio questa, la paura della parola
> > "politica".
>
> E' una parola. Non vuol dire nulla altro che qll che abbiam deciso volesse
> significare.
Beh, pare che il significato che avevamo deciso fosse un altro non quello di
"arte del rubare i soldi sedendosi in un emiciclo con aria condizionata"...
E' un po' come se la Microsoft imponesse che "software libero" vuol dire
"programma usato da pirati informatici".

> Cioe' non tireresti fuori il fatto che fate parte del GULP?
Certo che direi che faccio parte del GULP, direi anche che non lo rappresento.
Se mi chiedono da dove vengo gli dico che abito a Gavorrano (GR) ma non vuol
dire che rappresento Gavorrano. Così se uno mi chiede, quando parlo di Linux,
dove può avere informazioni gli dico che sulle pagine del GULP potrà trovare
alcune notizie e link.
Se vedi nella mia signature c'è scritto che partecipo a KDE ma non vuol dire
che rappresento KDE.

Ciao
Andrea

--
Registered Linux User No.71426  |     ***  KDE Project  ***
        Andrea Rizzi            |  http://www.kde.org/
mailto: [hidden email]     |  http://i18n.kde.org/teams/it
        [hidden email]       |  Projects: i18n,KOffice,KBabel
        [hidden email]           |  Italian translations coordinator



Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Blackstorm
In reply to this post by Andrea Rizzi
#include "Andrea Rizzi.h"

> Alle 18:45, venerdì 29 giugno 2001, hai scritto:
>
> > Ok. Ma lo statuto se non vado errato parla di apartiticita' E di
> > apoliticita'.
>
> False.
>
> "1 - L'associazione e` apartitica e indipendente da ogni organismo economico
> o commerciale."
> (dalla bozza di statuto del 5 giugno)
>
>
Ok, mi rimandi il link dello statuto, per favore?

---
Blackstorm
*Vicario d'Armi di idf*

    .--.     Tittums e' il nostro gatto, ed ha le dimensioni
   |o_o |    di un rotolo di soldini. Inarcava la schiena
   |:_/ |    e bestemmiava come uno studente in medicina.
  //   \ \   (Jerome Klapka Jerome)  
 (|     | )  E da oggi anche su ICQ!
/'_   _/`\   UIN 116647346 (nick: blacks)
___)=(___/




Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: G8, LUG, Politica

Blackstorm
In reply to this post by Giuseppe Gallone
#include "Giuseppe Gallone.h"

> Blackstorm wrote:
>

> > > O forse dietro il gulp c'e` piu` che altro l'interesse economico di chi vuole il
> > > software gratis? Come se poi anche questo
> > > non fosse politica (...punto e basta?).
> > Ma chi? La distribuzione di linux e' libera, non gratuita. Non
> > neccessariamente. L'interesse economico, mi spieghi dove sta? E' molto,
> > molto piu' conveniente non associarsi se si vuole il sw gratis... si
> > mettono 1000 lire a testa, e si prende la mandrake 7.xx... con un giornale
> > che costa 10000 lire, e dieci persone ad usufruire di un solo cd, se non
> > e' gratis, e' quasi zero... e senza nessunoche ti viene a rompere se lo
> > fai in privato...
> >
>
> Uhm... Vedo.... La prossima volta cerchero` di esprimermi in maniera piu` semplice.
>
Ho frainteso? O mi sono spiegato male?

---
Blackstorm
*Vicario d'Armi di idf*

    .--.     Tittums e' il nostro gatto, ed ha le dimensioni
   |o_o |    di un rotolo di soldini. Inarcava la schiena
   |:_/ |    e bestemmiava come uno studente in medicina.
  //   \ \   (Jerome Klapka Jerome)  
 (|     | )  E da oggi anche su ICQ!
/'_   _/`\   UIN 116647346 (nick: blacks)
___)=(___/




Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Per concludere... [was: G8, LUG, Politica]

Blackstorm
In reply to this post by Andrea Rizzi
Ok, ho scazzato. Mi sono fatto idee sbagliate senza sapere di cosa stavo
parlando. Per me continua a non essere una buona idea manifestare al G8,
senza voler entrare nel merito della questione, mi sento di dovere delle
scuse a tutti, anche perche' spesso e volentieri tendo a straparlare anche
di cio' che non conosco. Ora vorrei chiarire un attimo la mia posizione:
per me, come ho gia' detto, una manifestazione pro linux al G8 non e' la
migliore delle proposte, anche perche' su alcuni giornali di oggi ci sono
i titoli che buttano li' la notizia che alcuni hacker (ma penso sia'piu'
corretto definirli cracker) hanno violato dei pc al ministero di
nonsocche'... al di la' di qst, cmq, secondo me non e' una buona idea per
il semplice motivo che alla fine sareste confusi fra la massa, fra i
vandali che vanno in giro con le spranghe nascoste sotto i vestiti, i
forum che si terranno a genova sarranno fra persone che, diciamo cosi',
"parlano la stessa lingua". D'accordo, il bacino di ascoltatori,
interessati ad un'altra violazione della liberta' umana, sara' notevole,
ma anche se mi prendero' del pessimista, il problema linux al G8 verra'
relegato in secondo piano... poi mi sbagliero', e sarei anzi contento di
sbagliarmi, ma per ora la penso cosi'... vedremo qll che riuscirete a fare
a Genova... Andrea, tu dici che sono io a volermi lasciare incaprettare
senza aprir bocca, in realta' e' solo una questione di punti di vista...
spedire lettere ai giornali e' un altro modo di manifestare, non trovi?
Anche se non sono nella hit parade dei primi tre quotidiani piu' letti,
rappresentano sempre un punto di partenza, no?
Cmq, qst era solo per concludere, mi sono accorto di aver tenuto una
posizione un filo estrmista, o cmq errata, causata dalla mia mancata
conoscenza di certi fenomeni... per il libro di storia... beh... non ho
mai potuto soffrirla... faccio ingegneria anche per qst... :-PPP




---
Blackstorm
*Vicario d'Armi di idf*

    .--.     Tittums e' il nostro gatto, ed ha le dimensioni
   |o_o |    di un rotolo di soldini. Inarcava la schiena
   |:_/ |    e bestemmiava come uno studente in medicina.
  //   \ \   (Jerome Klapka Jerome)  
 (|     | )  E da oggi anche su ICQ!
/'_   _/`\   UIN 116647346 (nick: blacks)
___)=(___/